Cari amici,

a 30 anni dalla morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l’Associazione Grazia Deledda di Vicenza e la Biblioteca Comunale di Barbarano Mossano propongono venerdì 13 maggio 2022 alle ore 20,30, presso la Sala Maggiore in Via Crispi a Ponte di Barbarano (VI), lo spettacolo “IL CORAGGIO DELLA SOLITUDINE”, interpretato da SarahTrevisan e Davide Lazzaretto con la regia di Raimondo Riu.

Sarà presente il giornalista Giommaria Monti, autore del libretto.

Lo spettacolo, tratto dalla cronaca sinfonica per voci recitanti e orchestra, composta da Stefano Fonzi e collegata al libro scritto da Giommaria Monti su Falcone e Borsellino, descrive la solitudine e l’isolamento in cui si erano trovati i due magistrati prima di essere uccisi. L’opera è stata eseguita 2012 nell’aula bunker del carcere dell’Ucciardone di Palermo.

Giommaria Monti, nato ad Alghero, giornalista e autore televisivo, è stato autore di Cartabianca su Rai3, ha lavorato con Michele Santoro (Moby Dick, Circus, Il raggio verde, Annozero) e in diversi programmi tra cui Omnibus La7, Niente di personale su La7, L’ultima parola su Raidue. Ha diretto il settimanale Left, facendolo diventare l’inserto de l’Unità (giornale di cui è stato editorialista, come dei quotidiani E Polis).

Ha scritto diversi libri tra i quali Falcone e Borsellino (EditoriRiuniti, 1996, 2007 e 2008), Francesco De Gregori. Dell’amore e di altre canzoni (EditoriRiuniti 2006), La notte brucia ancora, con Giampaolo Mattei (Sperling&Kupfer 2008), Hina. Questa è la mia vita, con Marco Ventura (Piemme 2010).

Ha collaborato con il compositore Stefano Fonzi scrivendo i testi della cronaca sinfonica Falcone e Borsellino. Il coraggio della solitudine; di Madiba – opera jazz su Nelson Mandela; di Leonardo e il foglio perduto – opera Jazz dedicata a Leonardo da Vinci (con intervento musicale di Paolo Fresu). Ha scritto i testi di AMEN Project (musiche di Araksiya Musheghyan, arrangiamento di Stefano Fonzi), concerto-evento in ricordo del genocidio degli Armeni.

Stefano Fonzi, nato a L’Aquila, è un compositorearrangiatoredirettore d’orchestra e percussionista italiano, noto per le collaborazioni con grandi artisti tra cui Ennio Morricone, Gino Paoli, Renato Zero, Nina Zilli, Dee Dee Bridgewater, per la musica per la RAI e per le opere originali eseguite dalle più prestigiose orchestre del mondo.

Lo hanno definito “…il vero erede musicale di Ennio Morricone”, grazie alla sua originalità nelle scelte dei timbri e nell’abbinare temi pieni di lirismo a momenti di grande tensione, incastri ritmici a momenti di commozione.

La partecipazione all’evento è libera e gratuita.
Si ricorda che è obbligatorio indossare le mascherine nelle sale teatrali fino al 15 giugno.

Cordiali saluti a tutti

Luciana Sedda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.