Di fronte alle drammatiche immagini di devastazione che dal 28 novembre arrivavano in tempo reale
da Bitti, la F.A.S.I., la Federazione che aggrega 70 Circoli di sardi emigrati, che riunisce quindi
migliaia di soci originari della Sardegna e di amici dell’isola, espressa la doverosa partecipazione al
lutto dei familiari delle sfortunate vittime, si è adoperata per dare indicazioni ai Circoli affiliati per
il coordinamento di una concreta solidarietà: una raccolta di fondi da utilizzare per interventi
volti a sostenere le azioni di ripristino di condizioni normali di vita e di lavoro per le famiglie e le
imprese colpite a Bitti dalla catastrofica alluvione.
Saranno sicuramente necessarie analisi spassionate delle cause, che non sono solo naturali, di questo
disastro ambientale, ma in questo frangente la priorità per la nostra Federazione è di operare per
concretizzare in pieno i nostri sentimenti di vicinanza al dramma, al dolore dei fratelli di Bitti travolti
dalla tragedia.
La F.A.S.I a questo proposito ha lanciato la proposta che tutti i Circoli si rivolgano ai propri Soci e
alle associazioni ed enti dei propri territori invitandoli ad aiutare, con un contributo concreto, le
famiglie e le imprese di Bitti colpite dall’alluvione, a sostenerle nello sforzo comprensibilmente duro
di superare le gravissime conseguenze causate dalla recentissima catastrofe, che purtroppo fa seguito
– con dimensioni molto più vaste e aggressive – al disastro subìto dalla popolazione di Bitti e da
molti altri centri isolani nel novembre di 7 anni fa.
Come 7 anni fa, la F.A.S.I. si sta adoperando per istituire un conto corrente dedicato in cui raccogliere
fondi, questa volta, per l’EMERGENZA BITTI. Persone, aziende, associazioni e chiunque altro lo
desideri, potrà fare la propria offerta di aiuto che sarà convogliata verso interventi concordati con gli
organi amministrativi del Comune di Bitti. In questo modo ci sarà possibilità di verificare i risultati
che produrranno questi interventi mirati.
Invitiamo tutti i Circoli e i loro Soci ad attivarsi per la raccolta di fondi. Le risorse economiche,
sperabilmente significative dal punto di vista della quantità, acquisteranno qualità e incisività
solo se esse verranno utilizzate con interventi coordinati stabiliti da un rigoroso progetto
esecutivo concordato con il Comune di Bitti.

Tutti gli importi donati, così come il loro utilizzo saranno documentati sul Sito FASI http://www.fasi-
italia.it/ così da garantire a ciascun donatore la tracciabilità degli importi.

Serafina Mascia, presidente della F.A.S.I.

Ecco le coordinate del Conto Corrente dedicato:
C/C intestato a: F.A.S.I.
Banca Intesa SanPaolo filiale Terzo Settore – Padova
IBAN: IT11 K030 6909 6061 0000 0175 948
Causale Solidarietà Bitti;
aggiungere: città + nome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.